DOCUMENTAZIONE PER DOMANDA DI ACCOGLIENZA

Alla domanda di ammissione devono inoltre essere allegati i seguenti documenti: 

  •   “Impegnativa preliminare” al pagamento delle rette di degenza che in genere viene sottoscritta da un familiare, dall’Amministratore di sostegno o dal Tutore che si prende cura della persona anziana della quale si richiede il ricovero e che, all’atto del ricovero, stipulerà il “Contratto di ospitalità”.
  •   Nel caso in cui sia il Comune di residenza ad occuparsi dell’assistenza e a richiedere il ricovero, alla domanda di ammissione dovrà essere allegato l’atto deliberativo con il quale il Comune medesimo si assume la spesa delle rette di degenza a tempo indeterminato ovvero un impegno preliminare formale in attesa della deliberazione.
  •   “Certificazione sanitaria” compilata e sottoscritta dal Medico di medicina generale che ha in cura il paziente, ovvero dal Medico del reparto ospedaliero o della RSA nel caso in cui la persona vi si trovi ricoverata al momento della richiesta. Tale certificazione può essere prodotta anche in fotocopia.
  • “Relazione dei Servizi Sociali” del Comune di residenza della persona da accogliere concernente la situazione sociale e la necessità di inserimento in struttura.
  •   “Autocertificazione dello stato di famiglia” sottoscritta dalla persona richiedente l’ammissione.
  •   “Informativa e consenso al trattamento dei dati personali” da produrre ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di tutela e trattamento dei dati personali e del diritto di accesso ai medesimi.

I moduli di cui sopra (domanda di ammissione, certificazione sanitaria, autocertificazione dello stato di famiglia e informativa privacy) sono disponibili presso gli Uffici di Amministrazione della Casa.

Tutta la documentazione, completa in ogni sua parte, veritiera e debitamente sottoscritta da chi di competenza, deve essere consegnata agli Uffici di Amministrazione della Casa. Su richiesta, al richiedente viene consegnata una ricevuta della documentazione depositata.

La domanda di ammissione è sempre intesa per un accoglimento a tempo indeterminato.


servizi di lavanderia
INGRESSO E DIMISSIONE OSPITE

L'ingresso nella Casa abitualmente dovrà avvenire dalle ore 9,30 alle ore 11,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 di tutti i giorni. 

Al momento dell’ingresso, viene stipulato nelle forme previste il “Contratto di ospitalità”. 

All'Ufficio amministrativo, poi, vengono consegnati i seguenti documenti:

  • Carta di identità valida;
  • Tessera sanitaria con eventuale esenzione ticket aggiornata;
  • Tesserino del codice fiscale;
  • Documentazione sanitaria recente;
  • Copia del verbale di invalidità, se ne ha ottenuto il riconoscimento;
  • Eventuale delega per la richiesta di cambio del Medico curante;
  • Documentazione specifica eventualmente richiesta dalla Direzione o volontariamente presentata.

L’Ospite deve, ancora, portare con sé un corredo costituito da:

  • lenzuola;
  • pigiami o camicie da notte;
  • calze e slip, maglieria intima;
  • gonne o pantaloni, camicie, golf e maglie;
  • effetti personali per toilette ponendo estrema attenzione alla non pericolosità degli stessi;
  • scarpe comode, pantofole da camera.

                 In questa fase, oltre al versamento della retta anticipata per i residui giorni del        mese in corso all’accettazione, deve essere effettuato un deposito minimo (almeno € 50,00) finalizzato al pagamento di eventuali farmaci non mutuabili prescritti dal Medico di fiducia dell’Ospite.

                 L’Amministrazione della Casa ha facoltà di trasferire l’Ospite in una camera   diversa da quella assegnata in un primo momento, qualora ciò sia richiesto dalle esigenze della vita comunitaria o dalle mutate condizioni fisiche dell’Ospite medesimo, dandone motivata informazione all’Ospite ed ai familiari.

                 L’ospite ed i suoi familiari o tutori potranno decidere in qualsiasi momento di interrompere la permanenza presso la Casa di Riposo del Divino Amore, presentando all’ufficio amministrativo comunicazione scritta in tal senso, con un preavviso minimo di otto giorni.

                 Gli Ospiti sono dimessi dalla Casa:

  • quando non sussistono più le condizioni che ne avevano determinato l'accoglienza;
  • quando si rendono responsabili di comportamenti difformi dalla civile convivenza.

fisioterapia
LA RETTA

La retta per l’ospitalità è stabilita annualmente dalla Presidenza della Casa.

Eventuali aumenti, nel corso dell’anno,  vengono comunicati con almeno trenta giorni di preavviso.

La retta deve essere versata all’inizio di ogni mese (entro i primi 5 giorni), preferibilmente mediante bonifico bancario, ovvero direttamente presso gli Uffici di amministrazione per l’intero mese di riferimento.

Qualora l’Ospite sia dimesso prima del 15 del mese in corso, saranno restituiti gli importi riferiti alle giornate residue.

La retta viene computata tenendo conto sia dei giorni interi sia delle frazioni giornaliere di effettiva presenza e viene fatturata con cadenza mensile.

Il mancato pagamento delle stesse entro il predetto temine comporta l’applicazione degli interessi legali a decorrere dal 30° giorno dalla scadenza di ciascuna mensilità.

Nei casi di assenza per ricovero ospedaliero o per motivi diversi  la retta viene corrisposta regolarmente.

Qualora l’assenza si dovesse protrarre per un periodo superiore ai 15 giorni, l’Ospite è ugualmente tenuto al pagamento del 75% della retta, allo scopo di conservare il posto letto.


Share by: